fbpx
Tel. 049 8170652 - Cell. 373 8389769 info@coopimpronta.com

Lo storico caffè patavino è un simbolo del contaminato ‘800, in un connubio di arte neoclassica e neogotica

Padova, 1831. Situato tra le piazze, nasce il locale patavino più celebre: il Pedrocchi. 

Fondato dall’omonimo Antonio, il famigerato “caffè senza porte”, così denominato per via della sua instancabile apertura, fu uno dei primi in Italia a farsi bottega di quella nuova bevanda giunta dalle Americhe, e che ancora oggi trova in questo luogo la sua dimora prediletta. 

Fu architettato dal veneziano Jappelli, che riuscì ad unire insieme stile neoclassico e neogotico. Il primo si scorge nella facciata nord d’ingresso, con i suoi leoni scolpiti e le sue colonne doriche che paiono aprire al cliente-spettatore un perfetto scenario classico. 

Mentre il secondo è tipico del “Pedrocchino” situato a sud: un tripudio di guglie e bifore trilobate sulle tinte del marmo bianco e del rosso-rosa. Con le sue sale bianca, rossa e verde, ancora oggi sostare qui è un piacere per gli occhi e il palato.

Beatrice Maffioli

Pagina

Privacy

Marketing

1 + 6 =