fbpx
Tel. 049 8170652 - Cell. 373 8389769 info@coopimpronta.com

Il nostro docente di storia ci racconta uno degli ultimi tasselli dell’unificazione e del Risorgimento italiano

Il 20 settembre 1870 le truppe italiane aprirono una breccia nella cinta muraria romana, sconfissero i soldati pontifici ed entrarono in città presso Porta Pia. La presa di Roma, con la successiva legge delle guarentigie, permise lo spostamento della capitale da Firenze a Roma nel 1871, alla luce però dell’osservanza del motto cavouriano “Libera Chiesa in libero Stato”. Contemporaneamente sancì una forte limitazione alla temporalità della Chiesa che continuò comunque la sua ingerenza politica. Questo episodio, culmine di un processo storico ambivalente di indipendenza e unificazione, racchiude in sé due anime della storia italiana: l’unità della penisola (da sempre divisa ma profondamente unita) e la temporalità della Chiesa.

Pagina

Privacy

Marketing

4 + 3 =